Il Team

Marco Patrignani - Presidente

MARCO PATRIGNANI nasce a Roma nel 1967 sotto il segno della bilancia.

Fin da bambino respira musica frequentando gli studi di registrazione dove il padre, Franco Patrignani, noto ingegnere del suono, registra master di prestigiosi artisti quali Pino Daniele, Lucio Dalla, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Claudio Baglioni, Patty Pravo, Youssou N’Dour, Tony Renis.

Un vero e proprio “imprinting” che odora di nastri analogici e di un’adolescenza vissuta a stretto contatto con  artisti, produttori e musicisti.

Dopo le scuole superiori e un biennio di marketing e comunicazione  presso il Centro studi comunicazione di Enrico Cogno, svolge il Master Of Business Administration, che lo porterà alla laurea internazionale nel 1991 presso il Campus Europeo (Lugano) della Jolla University di San Diego.

All’età di 18 anni inizia una attiva collaborazione con i prestigiosi studi di registrazione “Forum Studios”, creati alla fine degli anni ‘60 da Ennio Morricone, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, Piero Piccioni e rappresentati, dal 1979, dalla passione dei genitori Franco ed Emma Patrignani.

Nel 1989 è coautore del brano “Non Finisce così”, interpretato da Riccardo Fogli al “Festival Di Sanremo” dello stesso anno.

Nel 1991/1992 cura la produzione esecutiva del gruppo “i D’Istruzione” creatori della poesia musicata e del noto successo “San Martino” interpretato da Fiorello.

Tra il  1993 e il 1996 è talent scout, manager  e produttore di Massimo Di Cataldo, realizzando con i due album “Siamo nati liberi” e “Anime” vendite per oltre 500.000 copie, tre partecipazioni al Festival di Sanremo, la vittoria del disco per l’estate 1996, 2 tour e la collaborazione con Eros RamazzottiRenato Zero e Enrico Ruggeri .

Tra il 1994 e il 1996 è curatore del tour dell’artista in Italia, Francia, Spagna, Germania, Olanda e Svizzera.

Nel 1996 crea Music Village, società che rileva i prestigiosi Forum Studios, e avvia un processo di trasformazione e ristrutturazione della struttura che porta alla creazione di un moderno villaggio professionale della musica con l’interazione di differenti culture musicali e la frequentazione di artisti, registi e produttori di fama mondiale : il Forum Music Village.

Nel 1996 fonda l’etichetta Road House e l’omonima casa editoriale.

Tra il 1997 e il 2004 è talent scout, manager  e produttore di  Daniele Groff che con il brano “Daisy” vince l’edizione 1998 di Sanremo Giovani, collezionando ben cinque singoli estratti (tutti nella top 20). I tre album “Variatio 22” (1998), “Bit” (2000) e “Mi accordo”(2004) totalizzano vendite per oltre 130.000 copie, 3 partecipazioni al Festival di Sanremo e la collaborazione con Lucio Dalla (testi e voce sul brano “Lory”) e Renato Zero (testo e voce su “Pensa a te”).

Nel 1998 viene incaricato dalla prestigiosa Dreamworks di Steven Spielberg di coordinare la produzione musicale della versione italiana del colossal di animazione “Il principe d’Egitto”. L’incarico prevede la responsabilità degli adattamenti dei testi italiani e selezione del cast di cantanti per 7 brani del film. Per lo stesso film dirige a Londra  la straordinaria cantante orientale Ofra Haza presso gli Air Studios, alla presenza di Sir George Martin.

Nel 2000 produce l’album “L’eterno Movimento” di Anna Oxa, con la partecipazione al Festival di Sanremo 2001.

Nel 2003 è co-autore del brano “Sei un miracolo” di Daniele Groff, portato al successo al 54° Festival di Sanremo.

Nel 2005 produce il brano “Dear God please help me” per l’album cult “Ringleader of the tormentors” di Steven Patrick Morrissey, unendo così la collaborazione dello stesso Morrissey con il Maestro Ennio Morricone.

Nel 2006 inizia una stimolante collaborazione con Lifegate Radio per la quale scrive e conduce un programma radiofonico di musica dal vivo, interagendo con le performance live di Giovanni AlleviMarlene Kuntz e Niccolò Fabi.

L’11 dicembre 2006 riceve a Venezia il premio internazionale “Leone d’oro alla Carriera 2006”, rilasciato dall’associazione culturale ed internazionale “Mario Del Monaco” per l’iniziativa “Note per la ricerca” per Telethon. La prestigiosa compilation riunisce 17 tra i più importanti artisti italiani e porta un notevole risultato alla raccolta fondi per la distrofia muscolare e le altre malattie genetiche.

L’iniziativa viene ribadita nel 2008 con la compilation “Gli indimenticabili temi del cinema italiano”. Le 2 raccolte raggiungono lo straordinario risultato di raccolta di oltre 100.000 euro.

Nel 2009 fonda l’Associazione Culturale Orchestra Italiana del Cinema (di cui è nominato Presidente e Legale Rappresentante), primo ente no profit esclusivamente dedicato alla promozione e alla tutela dello straordinario patrimonio artistico della colonna sonora, in particolare quello italiano. Scopo dell’O.I.C. è anche quello di recuperare e restaurare le partiture dei capolavori del grande schermo grazie alla collaborazione con Ministeri, Enti, Associazioni, Fondazioni ed Archivi pubblici e privati.

A Giugno 2010, è ideatore e Direttore Artistico dell’iniziativa “Il Suono del Neorealismo”, concerto multimediale di debutto ufficiale dell’Orchestra Italiana del Cinema svoltosi a Roma in Piazza del Campidoglio in occasione della Festa Europea della Musica il 21 giugno 2010. Con la direzione del M° Daniele Belardinelli sono state eseguite le più celebri opere del cinema neorealista italiano (1942-1955). A seguito di una scrupolosa opera di ritrascrizione sono state riportate alla luce straordinarie partiture quali “Ladri di Biciclette”, “Miracolo a Milano”, “Riso Amaro”, “Sciuscià”, “Umberto D”. L’iniziativa, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è stata riconosciuta progetto speciale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con l’attiva partecipazione del Centro Sperimentale di Cinematografia/Cineteca Nazionale.

Nel 2010 è Produttore  Esecutivo del musical “Mission Heaven on earth” di Andrea Morricone ed Ennio Morricone per la società di produzione TheFabMax, che ha debuttato con grande successo a Seul nel  febbraio 2011.

Ad aprile del  2011, sempre sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è ideatore e direttore artistico del tour cinese dell’Orchestra Italiana del Cinema  “Cinematology”, il concerto multimediale ispirato ai grandi temi del cinema mondiale rappresentato a Pechino in occasione del primo Festival Internazionale del Cinema di Beijing presso il National Center for the performing arts e presso la Great Hall of the People (sede del parlamento cinese) con oltre 15.000 spettatori. L’evento è stato diffuso dalla CCTV (televisione di stato Cinese), con un’audience di oltre  100 milioni di telespettatori. Special Guests della serata il premio oscar Nicola Piovani e la cantante israeliana Noa. I 3 concerti sono stati riconosciuti come l’evento più importante tra gli scambi culturali tra la Repubblica Popolare Cinese e la Repubblica Italiana.

A gennaio 2012 è nominato direttore associato di IMG artists, la più importante agenzia di management artistico del mondo, inaugurando l’ufficio italiano in Roma presso il Forum Music Village.

Daniele Belardinelli - Direttore Musicale

Daniele Belardinelli è nato a Camerino e ha compiuto gli studi di direzione d’orchestra, composizione, strumentazione per banda e pianoforte presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro.

Dopo aver vinto numerosi concorsi internazionali come pianista e compositore, tiene concerti presso istituzioni concertistiche come la Gioventù Musicale Italiana e l’Accademia Filarmonica Romana.

Dedicatosi alla direzione d’orchestra, prima come maestro sostituto al Rossini Opera Festival, successivamente come maestro di sala allo Sferisterio di Macerata, il debutto di Daniele Belardinelli ha luogo al Teatro Filarmonico di Verona con il balletto Dylan Dog del M° Marco Tutino cui fa seguito una collaborazione con l’Orchestra Filarmonica di Verona per tre produzioni di musica contemporanea.

Dal 1998 diventa stretto collaboratore del M° Stefan Anton Reck e prepara per lui Seconda, Quinta e Sesta sinfonia e i Kindertotenlieder di G. Mahler, Erwartung, Moses und Aron e A survivor of Warsaw di A. Schönberg, Der Freischütz di C.M von Weber, La Voix Humaine di F. Poulenc, Les Contes d’Hoffmann di J. Offenbach, La Tetralogia di R. Wagner, Lulu di A. Berg, Salome di Strauss, Aida di Verdi e Norma di Bellini.

Nel 1999 collabora come assistente musicale del M° Donato Renzetti per l’opera in prima esecuzione assoluta del M° Giorgio Battistelli Giacomo mio, Salviamoci e del M° Roberto De Simone per l’inaugurazione del Teatro San Carlo con l’opera Eleonora che lo mette in luce procurandogli un incarico di collaborazione con il Teatro S. Carlo di Napoli mentre alla fine dell’anno è assistente ospite del M° Claudio Abbado e la Gustav Mahler Jugendorchester per la Settima Sinfonia di Mahler.

Come assistente musicale del M° Giuseppe Sinopoli collabora alle manifestazioni musicali d’apertura del Giubileo del 2000 a Roma con la Nona Sinfonia di Beethoven.
In occasione del Festival di Pasqua a Lucerna ricopre il medesimo ruolo con il M° Stefan Anton Reck e il M° Seji Ozawa per poi proseguire nella tournée estiva a Bolzano, Aix en Provence, Parigi, Londra, Berlino, della Gustav Mahler Jugendorchester come assistente del M° Pierre Boulez.

Alla fine del 2000 viene nominato dallo stesso M° Stefan Anton Reck suo assistente presso il Teatro Massimo di Palermo, ruolo che ricoprirà fino al 2003.

Fino al 2006 continuerà ad affiancare, oltre ai suoi numerosi impegni artistici, il M° Stefan Reck nei teatri di Trieste, Venezia, Torino, Bilbao, Tel Aviv, Strasburgo, Colonia, Lipsia, Dresda, Monaco, Berlino, Tokyo e Los Angeles.

Nel 2001 è invitato dal M° Claudio Abbado e i Berliner Philharmoniker come assistente musicale per il Concerto di Capodanno alla Philharmonie di Berlino.

Ha diretto le orchestre delle maggiori istituzioni musicali, fra quali il Teatro dell’Opera di Praga, Teatro Massimo di Palermo, l’Ente Lirico Arena di Verona, Macerata Opera.

In questi teatri alterna con particolare interesse il repertorio sinfonico, allargando la sua collaborazione con orchestre come l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra di Roma e del Lazio, l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, l’Orchestra della Radio di Bratislava, e l’Orchestra National de France.

La discografia di Daniele Belardinelli comprende Dylan Dog del M° Tutino, brani di musica contemporanea al festival Futuri Prima Verona 2000, Il concerto dell’Albatro, voce recitante Arnoldo Foà, Pierino e il Lupo voce recitante Luigi Maio.

Dal 1° al 4 Gennaio 2003 ha diretto l’Orchestra di Roma e del Lazio per la prima volta in tournée in Ungheria.

Il 25 e 26 Gennaio 2003 ha diretto due riprese della Jeanne d’Arc au Bucher di A. Honegger, opera che ha inaugurato la stagione 2003 del Teatro Massimo, riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica.

Il 18 Luglio 2003 ha inaugurato Macerata Opera Festival con Il Cimarròn di H.W.Henze definito dalla critica nazionale “un successo trionfale”.

Nel 2004 dirige lʼopera “Princessin Brambilla” di Walter Braunfels al Wexford Opera Festival alla guida dellʼOrchestra Filarmonica di Kracovia. (Opera in CD distribuito dalla Naxsos). Nello stesso anno viene invitato dalla Japan Opera Foundation per “Il Campiello” di Wolf-Ferrari con Tokyo City Philharmonic Orchestra al New National Theatre di Tokyo.
Ritorna a Tokyo nel 2006 con “La Traviata” alla guida della Tokyo Philharmonik Orchestra al Bunkamura Orchardhall.
Nel 2005 dirige “Il viaggio a Reims” al Rossini Opera Festival con lʼOrchestra del Teatro Comunale di Bologna. Nel 2006 è di nuovo alla guida dellʼOrchestra Rossini per un concerto lirico con musiche di Rossini e Mozart.
Ne 2007 ha diretto Rigoletto al Teatro Wileki di Varsavia ottenendo un grande successo personale L’opera è stata ripresa nel 2008
Dal 2010 è Direttore Musicale dell’Orchestra Italiana del Cinema OIC, con sede al Forum Village di Roma, con cui ha registrato diverse colonne. Il 21 Giugno ha diretto al Campidoglio di Roma un concerto di colonne sonore del Neorealismo.
Ad aprile 2011 lʼOrchestra Italiana del Cinema si è esibita a conclusione della cerimonia dʼinaugurazione della prima edizione di Pechino cinema festival trasmessa dal prestigioso National Center for The Performing Arts (NCPA). La formazione composta da 82 giovani professori dʼorchestra diretta dal Maestro Daniele Belardinelli ha interpretato
alcune tra le più celebri colonne sonore che ha poi riproposto il 26 e 27 aprile in un suggestivo doppio concerto sinfonico-visuale nella storica cornice della Great Hall of The People (sede del parlamento cinese) in Piazza Tiananmen. Lʼevento è stato diffuso e replicato sulla televisione di Stato CCTV con una audience di oltre 100 milioni di telespettatori.
Attualmente insegna direzione d’orchestra al Conservatorio Duni di Matera.

Jason Piccioni - Consigliere Artistico

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.

Roberto Volpe - Responsabile Relazioni Esterne

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.

David Barsotti - Responsabile Produzione

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.